Scienza e Novità

Tutto sui Fenicotteri

Il fenicottero è un uccello ben noto e facilmente riconoscibile per la sua piuma di colore rosso-viola. Questi uccelli vivono in laghi poco profondi, paludi di mangrovie e isole sabbiose in Africa, Asia, America ed Europa. Esistono 6 specie di fenicotteri. Tutti i fenicotteri si trovano nelle zone tropicali e subtropicali.

Tipi di Fenicotteri

I fenicotteri cileni

Si trovano nel Perù centrale, su entrambe le coste del Sud America meridionale (principalmente in inverno), in Argentina, Uruguay, Paraguay, Perù, Bolivia e Brasile meridionale. Sono stati segnalati ritardatari nelle Isole Falkland e in Ecuador.

Il fenicottero minore

è principalmente una specie africana. Le popolazioni si trovano nell’Africa orientale, sud-occidentale e occidentale. Inoltre, una popolazione considerevole nidifica in India. I ritardatari possono essere trovati fino al nord della Spagna meridionale.

Il fenicottero di James

ha la gamma più ristretta di tutte le specie di fenicotteri. Si trovano nel Perù meridionale, nel Cile nord-orientale, nella Bolivia occidentale e nel nord-ovest dell’Argentina.

I fenicotteri andini

si trovano nel Perù meridionale, nel Cile centro-settentrionale, nella Bolivia occidentale e nel nord-ovest dell’Argentina.

P u b b l i c i t à

Il fenicottero caraibico

si trova in tutti i Caraibi (Cuba, Bahamas, Yucatan, Turks e Caicos), nelle Isole Galapagos e nella parte settentrionale della costa del Sud America.

Il fenicottero maggiore

ha la distribuzione più diffusa di tutte le specie di fenicotteri. Le popolazioni si trovano nell’India nord-occidentale, nel Medio Oriente, nel Mediterraneo occidentale e in Africa. Un numero limitato di questa specie può essere trovato su gran parte dell’Europa settentrionale e verso est in Siberia.

Habitat

Gli habitat più caratteristici del fenicottero sono i grandi laghi alcalini o salini o le lagune di estuario che di solito mancano di vegetazione. I laghi possono essere nell’entroterra o vicino al mare.

Una varietà di habitat è utilizzata dai fenicotteri: paludi di mangrovie, piane di marea e isole sabbiose nella zona intercotidale.

La presenza o l’assenza di pesce può avere una grande influenza sull’uso dei laghi da parte di alcuni fenicotteri.

L’introduzione di pesci in alcuni laghi può compromettere seriamente la distribuzione del fenicottero cileno e dei fenicotteri maggiori e caraibici, poiché tutti si nutrono principalmente di invertebrati. Altre specie di fenicotteri non sono interessate a causa delle diverse fonti di cibo.

P u b b l i c i t à

Migrazione

I fenicotteri sono generalmente uccelli non migratori. Tuttavia, a causa dei cambiamenti del clima e dei livelli dell’acqua nelle loro aree di riproduzione, le colonie di fenicotteri non sono sempre permanenti.

Le popolazioni che si riproducono nei laghi d’alta quota, che possono gelare in inverno, si spostano nelle zone più calde.

Quando il livello dell’acqua aumenta, gli uccelli possono cercare siti più favorevoli.

Le condizioni di siccità possono costringere alcune popolazioni di fenicotteri a trasferirsi.

La maggior parte dei fenicotteri che migrano tornerà nella loro colonia nativa per riprodursi. Tuttavia, alcuni potrebbero unirsi a una colonia vicina.

Quando i fenicotteri migrano, lo fanno principalmente di notte. Preferiscono volare con un cielo senza nuvole e venti favorevoli. Possono percorrere circa 600 km (373 miglia) in una notte a circa 50-60 km / h (31-37 mph). Durante i viaggi di giorno, i fenicotteri volano ad alta quota, possibilmente per evitare la predazione delle aquile.

I movimenti della maggiore popolazione di fenicotteri che vive a Carmarque, nel sud della Francia, sono stati attentamente monitorati dal 1977.

La maggior parte dei fenicotteri che lasciano la colonia va a sud-ovest per l’inverno in Spagna o da sud-est all’inverno in Tunisia e Turchia.

La percentuale di uccelli che viaggiano verso est o ovest sembra dipendere dalla direzione dei venti dominanti nel primo autunno degli uccelli.

Popolazione

Il fenicottero minore è la più numerosa di tutte le specie di fenicotteri, con una popolazione stimata di 1,5-2,5 milioni di individui.

La seconda specie di fenicottero più numerosa è il fenicottero maggiore. Il numero esatto di questi uccelli è difficile da valutare a causa della loro vasta gamma e dei modelli di migrazione.

Il fenicottero cileno è il più numeroso dei fenicotteri sudamericani. La popolazione totale stimata non supera i 200.000 individui e la popolazione è in declino.

Il fenicottero di James ha una popolazione stimata di 64.000 individui.

La popolazione stimata del fenicottero andino è di 33.927 uccelli con una tendenza al ribasso.

Nel 1956, il numero di fenicotteri caraibici era stimato a solo 21.500. Da allora, la popolazione è aumentata a una stima attuale di 850.000-880.000 uccelli e un trend stabile.

Perché sono rosa?

Le piume di fenicottero ottengono il loro meraviglioso colore rosa rosato dai pigmenti negli organismi che mangiano. Le piume, le zampe e il viso dei fenicotteri sono colorati dalla loro dieta, ricca di pigmenti alfa e beta carotenoidi.

Fatti interessanti sui fenicotteri

L’uccello adulto è alto 3,3 – 4,6 piedi e pesa tra 3,3 – 9 libbre.

L’apertura alare dei fenicotteri varia da 3,3 a 5 piedi.

Il colore della loro piuma è il risultato della loro dieta: i pigmenti nel loro cibo (chiamati carotenoidi) sono responsabili dei colori rosso e rosa delle loro piume. Mangiano gamberetti, alghe, crostacei …

Quando mangiano, la loro testa è posizionata sottosopra. Succhiano l’acqua e filtrano il cibo.

I fenicotteri trattengono il respiro mentre si nutrono.

Durante la migrazione, volano fino a 37 miglia all’ora e percorrono una distanza di oltre 300 miglia per raggiungere il loro nuovo habitat.

I fenicotteri trascorrono il 15-30% della giornata nella pulizia delle piume: l’olio prodotto in una ghiandola speciale verrà spalmato sulle piume con l’aiuto del becco.

I fenicotteri vivono in grandi gruppi chiamati colonie. Alcune colonie sono composte da milioni di uccelli.

I piccoli fenicotteri si schiuderanno nel nido di fango.

I fenicotteri sono monogami (hanno un solo partner) e producono un uovo ogni anno.

Sia la madre che il padre tengono l’uovo al caldo prima che si schiuda. Pochi giorni dopo la schiusa, entrambi i genitori inizieranno a nutrire il loro pulcino con una sostanza simile al latte ricca di grassi e proteine.

I piccoli di fenicotteri non hanno il becco ricurvo, diventa curvo dopo pochi mesi.

Quando vogliono riposare, i fenicotteri stanno su una gamba.

Il “ginocchio” visibile del fenicottero è in realtà l’articolazione della caviglia. Il vero ginocchio è vicino al corpo e non può essere visto a causa delle piume.

I fenicotteri vivono tra i 20 ei 30 anni.

Condividi

Foto principale

https://pxhere.com/it/photo/1020069

Articoli Correlati

Back to top button