Perché l’isola di Pasqua si chiama cosi?

Perché l’isola di Pasqua si chiama cosi?

Migliaia di anni fa, un piccolo gruppo di polinesiani remava con le loro canoe di legno attraverso vaste distese di oceano aperto, navigando tra le stelle della sera e le ondate oceaniche del giorno. Quando e perché queste persone hanno lasciato la loro terra natale rimane un mistero. Ma ciò che è chiaro è che hanno fatto di una piccola isola disabitata con dolci colline e con lussureggianti tappeti di palme la loro nuova casa, nominando i loro 100 km quadrati di paradiso Rapa Nui – ma ora popolarmente conosciuta come Isola di Pasqua.

Su questo avamposto a quasi 3.700 km a ovest del Sud America e 1.700 km dall’isola più vicina, i nuovi arrivati hanno cominciato a lavorare con la pietra vulcanica, intagliando i Moai, statue monolitiche costruite in onore dei loro antenati. Hanno spostato i giganteschi blocchi di pietra – in media 4 metri di altezza e 14 tonnellate – in diverse strutture cerimoniali intorno all’isola, un’impresa che ha richiesto diversi anni e molti uomini.

Risposta: Perché l’isola di Pasqua si chiama cosi?

Le statue immediatamente riconoscibili sull’Isola di Pasqua (887 di loro), chiamate Moai , hanno perplesso e affascinato esploratori, esperti e gente comune da quando l’esploratore olandese Jacob Roggeveen ha scoperto questa isola nel 1722. Tutto ebbe inizio, nel 1721, quando Jacob Roggeveen ricevette un incarico dalla West Indies Company per esplorare l’oceano pacifico all’ovest del Cile , dal momento che si presumeva che ci fosse una grande terra. Il 6 aprile 1722 , Lui e il suo equipaggio gettarono l’ancora la domenica di Pasqua. Le tradizioni di quel tempo, avrebbero dovuto nominare nuove terre in onore di una festa religiosa il giorno della loro scoperta, ecco come prese il nome l’Isola di Pasqua.

Condividi

Foto principale

https://pxhere.com/it/photo/494852