Storia e curiosità

La dinastia Giulo Claudia

L’articolo tratterà un argomento, che riguarda sempre la storia della nostra capitale, ma  questa volta invece di parlare dei suoi monumenti, parleremo di coloro, che questi monumenti li realizzarono, e li resero disponibili a noi,  loro indegni eredi. Inizieremo da questo numero, a fare un excursus  storico che illustrerà , anche se in maniera succinta, gli imperatori della Dinastai Giulio Claudia, che grazie ai monumenti da loro realizzati durante il loro governo, fecero si che Roma, divenisse immortale.

Certamente gran parte dei lettori che sentiranno parlare di Augusto, di Tiberio , di Nerone , solo per nominare quelli tra i più conosciuti, conosceranno seppure a grandi linee, la loro storia. Ma quanti tra di voi conoscono il loro aspetto reale ? Da vivi ? Impossibile direte voi, essi li conosciamo , e ci è dato di conoscere il loro aspetto, soltanto dai ritratti marmorei che ci sono pervenuti. Nulla di più sbagliato.

Oggi, grazie alla computer grafica, ed ai più sofisticati programmi di ricostruzione facciale, nonché alla capacità e alla bravura di alcuni professionisti della ricostruzione del passato, ci viene data la possibilità di vedere i personaggi storici vissuti nel passato, come se fossero persone vive e vegete.

Tutto ciò, come dicevo, grazie alla computer grafica, e  ad artisti di questa branca tecnologica, sta divenendo una realtà di fatto, tutto grazie alle capacità di due tra i più bravi  professionisti in questo campo : Daniel Voshart e  Haroun Binous,  che sono stati capaci di riportare praticamente in vita i personaggi che andremo a trattare oggi. Cominciamo.

In questo Articolo:

P u b b l i c i t à

Dinastia Giulio – Claudia

AUGUSTO

Augusto (31 a.c. – 14 d.c.) fu il primo  “princeps”, o imperatore romano.  Alla sua nascita, nel 63 a.c.,  ebbe il nome di Gaio Ottavio. La sua era una famiglia facoltosa originaria di Velitrae (odierna Velletri), appartenente alla classe dei cavalieri (equites). Dopo  la morte di Giulio Cesare, il quale lo aveva adottato, e del quale divenne erede diretto, egli assunse il nome di Gaio Giulio Cesare, ma veniva comunemente chiamato Ottaviano, fino a quando nel 27 a.c., non ricevette il titolo di Augusto, con il quale è passato alla storia. Nella foto sottostante ne possiamo vedere le presunte fattezze del suo volto, ricreate con la computer grafica. Stupefacente, no ?

TIBERIO

Nacque  a Roma il 16 novembre dei 42 a.c. Era figlio di Tiberio Claudio Nerone e di Livia Drusilla la quale divenne in seguito moglie di Augusto. Valente generale, aveva svolto una brillante carriera militare. Sposato con la figlia di Agrippa, Vipsania, fu costretto da Augusto a separarsene, per fargli sposare sua figlia Giulia, che era tra l’altro la vedova di Agrippa. Ne possiamo vedere le fattezze del volto, nella ricostruzione sottostante.

CALIGOLA

Nome intero Gaio Giulio Cesare Augusto Germanico ,nacque  ad Anzio il 31 agosto del 12 a.c. Gli venne attribuito il nome di Caligola, con il quale è passato alla storia perché mentre si trovava , da bambino, con i suoi genitori, alla frontiera germanica, gli vennero dati dei minuscoli calzari di foggia militaresca (caligae), che gli guadagnarono il suo soprannome.

CLAUDIO

Nome  originale  Tiberio, Claudio, Nerone, Germanico.Nacque a Lugdunum (l’attuale Lione ) nel 10 d.c. Era nipote di Tiberio, essendo figlio di suo fratello. Venne dichiarato imperatore dai pretoriani, dopo l’uccisione di Caligola. Nell’immagine, la sua rappresentazione attualizzata.

NERONE

Chi tra i lettori non conosce Nerone, alzi la mano. Nacque ad Anzio nel dicembre del 37 d.c., e  i suoi primi nomi furono Lucio Domizio Enobarbo. Come Caligola, inizialmente governo saggiamente, ma poi il suo comportamento mutò, facendogli assumere atteggiamenti a dir poco inusuali, fino a quando venendosi a trovare tutto il senato contro, si fece uccidere da un suo liberto

Il lettore perdonerà la stringatezza delle notizie, ma l’articolo era principalmente per mostrare le ricreazioni  visuali dei personaggi trattati, in modo da uscire per quanto permesso dalle stesse, da una raffigurazione consolidata dai secoli, che non ha mai rappresentato adeguatamente la loro fisionomia tale da fornire agli amanti  della storia un motivo per riflettere sulla probabile psicologia dei personaggi illustrati.

P u b b l i c i t à

Alla prossima da Roberto Mobili

Multimedia

Eureka Shopping

Domande Fequenti

Foto principale

https://pxhere.com/it/photo/771720

Condividi o Stampa

Articoli Correlati

Back to top button