Storia e curiosità

Biberon preistorici: l’allattamento dei bambini nel Neolitico

In uno scavo archeologico in Baviera, nella Germania meridionale, sono stati scoperti reperti molto interessanti risalenti alla preistoria, alcuni dei quali sembrano proprio dei biberon antichi. Come i bambini nell’era moderna anche i bambini preistorici usavano simili recipienti per bere il latte. Questi manufatti sono stati trovati nelle tombe dei bambini risalenti all’età del bronzo e del ferro. È stato previsto, tuttavia, che questi tipi di vasi in ceramica, con piccoli beccucci per bere, possono risalire addirittura dal Neolitico, oltre 5.000 anni fa.

Scoperta Biberon preistorici nel Neolitico

Queste piccoli Biberon, potrebbero aiutare a spiegare perché ci fu un “boom del bambino” durante il periodo neolitico. Le madri preistoriche davano ai loro bambini biberon di argilla realizzati a forma di animaletti più di 5000 anni fa, dimostrando ai loro figli, amore e attenzione.

Questa è la prima prova, che mostra che i bambini preistorici durante questo periodo hanno bevuto latte animale quando venivano svezzati dalle loro madri. Svezzare un bambino prima di usare il latte animale avrebbe potuto aiutare a contrastare un periodo di infertilità che può verificarsi quando una madre allatta. I cacciatori-raccoglitori avevano figli circa una volta ogni cinque anni, ma probabilmente i primi agricoltori li avevano ogni due anni.

Tombe dell’Età del bronzo e del Ferro

Piccoli vasi con beccucci di varie dimensioni, forme e decorazioni; sebbene generalmente si adattino allo stile specifico del periodo, ogni pezzo è unico. Molti di loro sono stati trovati a parte, ma alcuni sono stati trovati nel contesto di bambini, il che ha portato all’idea che fossero usati come biberon per l’alimentazione di neonati e bambini piccoli. Il fatto che si trovino nelle tombe degli adulti, tuttavia, suggerisce altri usi, come la libagione: l’atto di versare un liquido come sacrificio a una divinità.

Come possiamo testare cosa contenevano i vasi di alimentazione?

Analizzando il residuo lipidico, il team ha scoperto gli acidi grassi dai prodotti di origine animale, incluso il latte fresco. Due di questi “biberon” sembrano aver offerto latte da animali ruminanti – come mucche e capre – mentre le altre avevano resti di latte misto, non ruminante, come da noi umani o da maiali.

P u b b l i c i t à

Il lavoro fatto dagli studiosi, ha confermato che è possibile alimentare i bambini piccoli con liquido proveniente da questi vasi per l’alimentazione. Il diametro del foro attraverso il quale viene versato il liquido è abbastanza variabile, ma in alcuni casi, largo solo pochi millimetri. Il team ha esaminato tre diversi tipi di ciotole aperte dalle tombe in Baviera. Due delle ciotole provenivano da un complesso cimitero dell’età del ferro, risalente al 400-850 a.C. La terza ciotola proveniva da una necropoli della tarda età del bronzo, datata tra il 1200 e l’800 a.C.

Da questi risultati, il team ha confermato la possibilità che i bambini di queste epoche fossero nutriti con latte animale da questi tipi di biberon.

Condividi

Articoli Correlati

Back to top button