Viaggi

Passeggiata a Roma

Cominceremo da questa puntata, a condurre il lettore attraverso delle passeggiate turistiche nei luoghi e tra i monumenti più belli di Roma, iniziando il nostro viaggio da uno dei punti più noti della città, ubicato all’inizio del corso Vittorio Emanuele II°, che percorreremo fino al suo termine naturale su Piazza di Torre Argentina. Per effettuare la visita ci serviremo di una veduta aerea della zona ripresa da Google Earth, dove i monumenti di cui parleremo nel nostro articolo sono evidenziati da numeri. I monumenti illustrati dalle foto, ricadono in parte tra i rioni Ponte (n.ri 1 e 2) , Parione (n.ri 3,4,5,6 ) e S. Eustachio (n. 7 )

La nostra visita per questa prima puntata, seguirà esclusivamente il corso Vittorio, mentre in una successiva puntata, percorreremo la Via Giulia , illustrando i monumenti ivi presenti. Cominciamo. Il punto di partenza potrebbe avvenire all’uscita di uno dei due ponti che conducono sul corso Vittorio. Il primo è il Ponte Vittorio, mentre il secondo è il Ponte Amedeo d’Aosta.

In questo Articolo:

San Giovanni dei Fiorentini

 La chiesa di San Giovanni dei Fiorentini
La chiesa di San Giovanni dei Fiorentini, Costruzione iniziata: 1523 Data di apertura: 1734

Noi partiremo da quest’ultimo, dal quale dopo aver percorso pochi metri, ci troveremo davanti al primo dei monumenti contrassegnato dal n°1 – La chiesa di San Giovanni dei Fiorentini, che in realtà prospetta la sua facciata sul finale della via Giulia

Considerata, la limitatezza dello spazio editoriale a disposizione, ci limiteremo in questa puntata a mostrare soltanto le foto, rimandando alle puntate successive la descrizione dei singoli monumenti, per questo chiediamo scusa al lettore.

P u b b l i c i t à

Banco di S. Spirito

Palazzo del Banco di Santo Spirito
Palazzo del Banco di Santo Spirito, Costruzione iniziata: 1504 Data di apertura: 1524

Proseguendo la nostra passeggiata, imbocchiamo il corso Vittorio, e subito, un poco disassato sulla sinistra vediamo la facciata dell’antica sede del Banco di S. Spirito, in angolo con la via dei Banchi Nuovi, contrassegnato dal n°2.

S.Maria in Vallicella

Santa Maria in Vallicella
Santa Maria in Vallicella, Costruzione iniziata: 1575 Data di apertura: 1614

Proseguendo ora sul corso Vittorio, a breve distanza, ci troveremo davanti alla chiesa di S.Maria in Vallicella, meglio nota come la Chiesa Nuova, affiancata dall’oratorio dei Filippini, dove san Filippo Neri, svolse la sua opera, contrassegnata dal n°3.

Palazzo della Cancelleria

palazzo della Cancelleria
Palazzo della Cancelleria, Costruzione iniziata: 1489 Data di apertura: 1513

Andando ancora avanti, ma spostandoci dal lato opposto della strada, troveremo il grandioso palazzo della Cancelleria, che cela al suo interno la chiesa di San Lorenzo in Damaso , contrassegnato con il n°4.

Piccola Farnesina

Farnesina ai Baullari
Farnesina ai Baullari, Costruzione iniziata: 1904 Data di apertura: 1948

Poco più avanti ci troveremo di fronte ad un piccolo edificio, noto impropriamente come “Piccola Farnesina”, e anche come “Farnesina ai Baullari “ che ospita al suo interno il museo Barracco di scultura antica, contrassegnato con il n°5.

La chiesa di S. Pantaleo e Palazzo Massimo alle colonne

Proprio di fronte a quest’ultimo, sull’altro lato della prospiciente piazza troviamo La chiesa di S. Pantaleo, attribuita al Valadier, , mentre alla sua destra , proseguendo in avanti troviamo la facciata ricurva del palazzo Massimo alle colonne, contrassegnati entrambi con il n° 6

S. Andrea della Valle

S. Andrea della Valle
S. Andrea della Valle, Costruzione iniziata: 1590 Data di apertura: 1650

Proseguendo il nostro percorso giunto quasi al termine, ci imbattiamo a poca distanza, sull’altro lato della strada, con la bellissima chiesa di S. Andrea della Valle, contrassegnata dal n° 7.

P u b b l i c i t à

Sommario

La nostra passeggiata si conclude al termine del corso Vittorio, ove questi sfocia sulla Piazza di Torre Argentina, contrassegnata con il n° 8, che sarà argomento di una prossima puntata . Mi scuso con il lettore per la stringatezza dell’articolo, ma considerato lo spazio editoriale a disposizione, non si poteva fare di più. Tuttavia mi auguro sia stato sufficiente a fornire una pur minima idea delle infinite ricchezze della città.

Alla prossima da Roberto Mobili

Eureka Shopping

Foto principale

https://pxhere.com/it/photo/1090101

Condividi o Stampa

Articoli Correlati

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button