Storia e curiosità

Il periodo Neolitico

Il periodo Neolitico che va dal 8.000 al 5.000 circa a.C. noto anche come “Nuova Età della Pietra”. Dove i caratteri delle comunità umane di questo periodo si differenziano, ma a tutte sono comuni l’arte della ceramica la coltura dei cereali e l’addomesticamento degli animali la levigazione della pietra. Tutte ebbe iniziò in un’area di civiltà nota come la Mezzaluna fertile, un’area di terra nell’odierno Iran / Iraq tra i fiumi Tigri ed Eufrate. È qui che la civiltà umana ha iniziato a passare da una cultura di cacciatori-raccoglitori a un modello più agrario, sviluppando le competenze necessarie per l’agricoltura e l’addomesticamento degli animali, formando villaggi abitati.

Era pre-neolitica

Il periodo che precede il periodo Neolitico era chiamato periodo Mesolitico. Il periodo Mesolitico va dal 10.000 all’8.000, ed era caratterizzato da una dinamica di cacciatori-raccoglitori. Come tale, le comunità sono in continua evoluzione e le abitazioni sono state raramente costruite per un uso a lungo termine. Il mondo cambio’ verificandosi un addolcimento del clima dove l’uomo incomincia la pratica dell’agricoltura e dell’allevamento.

Neolitico

La transizione tra il Mesolitico e il Neolitico ebbe luogo in Mesopotamia, definizione dal Dal Greco (mésos-centrale, che sta in mezzo, potamós ‘fiume’ e, ia ‘terra, landa, Paese’; cioè ‘terra fra i fiumi). Un’area di terra tra Iraq e Iran. Questa terra era particolarmente buona per produrre raccolti grazie al suo clima caldo e al continuo accesso all’acqua dolce. Come tale, questa terra è stata soprannominata “Mezzaluna fertile“.

Le comunità neolitiche hanno riconosciuto i benefici della transizione da uno stile di vita nomade a uno stile di vita più sedentario. Cominciarono a costruire insediamenti nella Mezzaluna fertile e impararono come lavorare la terra per piantare e raccogliere colture per l’agricoltura di sussistenza. Questi insediamenti erano caratterizzati dall’allevamento di vari cereali tra cui miglio, orzo e grano.

Le comunità neolitiche hanno anche imparato come addomesticare gli animali per il consumo e la produzione. La maggior parte delle comunità allevava capre e pecore poiché erano facili da addomesticare.

P u b b l i c i t à

Invenzioni importanti

Con il loro nuovo stile di vita sedentario, le comunità neolitiche sono state in grado di concentrare il loro tempo e le loro energie sullo sviluppo di strumenti che hanno contribuito a semplificare le loro nuove attività. Il periodo neolitico in particolare introdusse il mondo alla ruota. La ruota consentiva alle persone di trasportare materiali pesanti avanti e indietro.

Un’altra merce di uso quotidiano inventata durante il Neolitico era il piatto. Originariamente realizzato in pietra, il vaso veniva utilizzato per conservare cibo e forniture per un uso successivo.

Il periodo neolitico ha anche dato vita al telaio, consentendo alle persone di iniziare a produrre tessuti e vestiti con i materiali che hanno raccolto dalla natura e dal loro bestiame.

Per facilitare l’agricoltura, le comunità neolitiche iniziarono anche a creare strumenti che li avrebbero aiutati a piantare, crescere e raccogliere meglio le colture. Ciò ha portato alla nascita dell’aratro rudimentale.

Strutture Neolitiche

Le case neolitiche furono costruite per durare quando le comunità iniziarono a stabilirsi in un’area per un considerevole periodo di tempo. Le famiglie vivevano tutte insieme in un unico spazio.

Le case neolitiche erano fatte di tronchi d’albero, rami intrecciati e mattoni di fango (mattoni di fango secco). Furono spesso chiamati case lunghe per la loro lunga forma rettangolare.

P u b b l i c i t à

Alla società neolitica viene attribuita la costruzione di Stonehenge, un monumento circolare di pietre situato in Inghilterra. Fino ad oggi, gli storici e scienziati non sono ancora in grado di capire cosa sia Stonehenge e perché sia ​​stato costruito. Si chiamano costruzioni megalitiche, termine Megalito deriva dal latino che significa grande pietra. Furono alzate dall’uomo dal V fino II millennio a.C.

Religione

La religione neolitica era formata da rituali religiosi, culti e concetti della cultura agricola iniziale che andava dall’8000 a.C. al 3000 a.C. Anche se non ci sono documenti scritti del periodo neolitico, varie caratteristiche come i loro tumuli suggeriscono di credere nell’aldilà. Un tempio scoperto in Turchia, datato intorno al 9500 a.C. è il più antico luogo di culto conosciuto.

Condividi

Articoli Correlati

Back to top button